Descrizione

Le nuove disposizioni del DPCM del 3 novembre 2020 sono valide dal 6 novembre al 3 dicembre 2020 e prevedono regole differenziate a seconda del livello di criticità delle singole aree del Paese; dal 15 novembre la Regione Toscana si trova attualmente nella cosiddetta area rossa.

Le misure adottate, i servizi e i numeri utili, le aperture e chiusure di luoghi e uffici pubblici.

Mascherine

Le ultime disposizioni prevedono l'obbligo di:

  • portare la mascherina sempre con sé
  • indossare la mascherina in tutti i luoghi chiusi (tranne che nell’abitazione privata) e in tutti i luoghi aperti, dove non sia possibile mantenere le distanze da persone non conviventi, a meno nei casi di: 
    - luoghi in cui sia garantito l’isolamento in modo continuativo
    - attività sportiva
    - bambini con età inferiore ai 6 anni
    - soggetti con patologie incompatibili con l’uso della mascherina

È comunque fortemente raccomandato usare le mascherine anche nelle abitazioni private se sono presenti persone non conviventi.

Rimangono validi i protocolli e le linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche produttive amministrative e sociali e le linee guida per il consumo di cibo e bevande, oltre alle altre misure di prevenzione:

  • rimanere nel proprio domicilio e chiamare il medico di famiglia in caso di febbre (maggiore di 37,5 °C)
  • mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 metro
  • coprire bocca e naso con un fazzoletto o con l’incavo del gomito in caso di starnuto o tosse e non toccare occhi, naso e bocca, lavare o igienizzare di frequente le mani

Attività sportive

È consentito svolgere attività sportiva o motoria all'aperto nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per le altre attività.

Sono sospese le:

  • competizioni sportive di sport individuali e di squadra (tranne quelli riconosciuti di interesse nazionale da CONI e CIP)
  • attività di palestre e piscine
  • attività dilettantistica di base, scuole e attività formative di avviamento relative agli sport di contatto

Per maggiori chiarimenti è possibile consultare le faq del Dipartimento per lo sport - Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Feste, eventi, attività culturali

Consentiti l'accesso ai luoghi di culto, le funzioni religiose nel rispetto dei protocolli nazionali e le manifestazioni pubbliche, solo in forma statica e rispettando il distanziamento.

Chiusi musei e mostre, biblioteche comunali e altri istituti e luoghi della cultura, teatri, sale da concerto, cinema, parchi divertimento, sale giochi, sale scommesse, sale bingo, sale da ballo e discoteche.

Sospesi convegni e congressi, sagre e fiere, feste in luoghi al chiuso e all’aperto, feste conseguenti a cerimonie civili o religiose.

È comunque fortemente raccomandato di evitare anche nelle abitazioni private di ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza.

Attività commerciali

Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all'interno dei centri commerciali e dei mercati, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.

In generale, le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che

  • sia assicurato il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro
  • gli ingressi avvengano in modo dilazionato
  • venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni

La Regione Toscana ha disposto ulteriori misure anticontagio:

  • l'ingresso negli esercizi commerciali è consentito soltanto a una persona per nucleo familiare, salvo bambini e persone non autosufficienti
  • è obbligatorio igienizzare le mani e l'impugnatura di eventuali carrelli o cestelli con gli appositi prodotti a disposizione
  • nelle aree comuni dei centri commerciali è consentito consumare alimenti e bevande solo all'interno degli spazi destinati alle attività di somministrazione

Con il passaggio della Toscana in area rossa sono chiuse le attività commerciali ad eccezione di supermercati, beni alimentari e di beni necessari. Restano aperte anche edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Chiusi i centri estetici.

Ristorazione

Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie).
La ristorazione con asporto è consentita fino alle 22 (ma senza consumare cibi e bevande nelle vicinanze).
La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario.

Scuola

L'attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi per l'infanzia continua a svolgersi in presenza.
Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado (superiori) svolgono il 100% delle attività ricorrendo alla didattica digitale integrata .
Sono sospese gite e uscite didattiche.
Le università predispongono piani di organizzazione della didattica in presenza e a distanza in funzione delle esigenze formative e tenendo conto dell'evoluzione del quadro pandemico territoriale.

Con il passaggio della Toscana in area rossa è prevista didattica a distanza per la scuola secondaria di secondo grado, per le classi di seconda e terza media. Restano aperte, quindi, solo le scuole dell’infanzia, le scuole elementari e la prima media. Chiuse le università, salvo specifiche eccezioni (formazione medico-sanitaria).

Spostamenti

Dalle 22 alle 5 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità oppure per motivi di salute.

Sono vietati gli spostamenti in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità, per lo svolgimento della didattica in presenza, per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel proprio comune. Necessario quindi l'uso dell'autocertificazione, da presentare in caso di controllo, per giustificare gli spostamenti altrimenti non consenti.

Sono poi vietati gli spostamenti in entrata e in uscita dalla Regione, salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità.
Il rientro presso il proprio domicilio, abitazione, residenza in Toscana è consentito solo per coloro che hanno sul territorio regionale il proprio medico di medicina generale o il pediatra di famiglia. Sono in ogni caso consentiti i rientri motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, per motivi di salute o di studio.

È in ogni caso fortemente raccomandato, per la restante parte della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

A bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale, con esclusione del trasporto scolastico dedicato, è consentito un coefficiente di riempimento non superiore al 50%.

La Regione Toscana ha disposto norme ulteriori per gli spostamenti autorizzati (ordinanza del 12 novembre 2020).

Relativamente allo spazzamento meccanizzato e persone in isolamento, il Comune di Rignano sull'Arno chiede di fornire i propri dati alla Polizia Municipale per le auto in sosta durante i giorni di pulizia stradale (maggiori info).

Con il passaggio della Toscana in area rossa non sono consentiti gli spostamenti, anche all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute. Non sono consentiti gli spostamenti da una Regione all’altra e da un Comune all’altro. Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

È necessario l'uso dell'autocertificazione per gli spostamenti anche all'interno del proprio comune.

Modello autocertificazione per gli spostamenti (.pdf)

 

Iter procedura

AZIONI DI SOSTEGNO

SERVIZIO DISTRIBUZIONE FARMACI OSPEDALIERI

  • Chi è un utente ABITUALE della FARMACIA OSPEDALIERA P.O. SANTA MARIA ANNUNZIATA di Bagno a Ripoli deve inviare una mail a prenotafarmaci.sma@uslcentro.toscana.it attiva dal lunedì al venerdì.
    E' attivo anche un numero di risposta telefonica allo 055/6936394 (Dal lunedì al venerdi dalle ore 10 alle ore 11)
  • Chi è un utente ABITUALE della FARMACIA OSPEDALIERA SERRISTORI Figline-Incisa Valdarno deve inviare una mail a prenotafarmaci.serristori@uslcentro.toscana.it attiva dal lunedì al venerdì.
    E' attivo anche un numero di risposta telefonica allo 055/9508242 (Dal lunedì al venerdi, eccetto il mercoledì, dalle ore 10 alle ore 11)

Nella mail vanno sempre indicati con precisione: - nome e cognome - codice fiscale - nome del farmaco/i richiesti - indirizzo di residenza a cui dovranno essere consegnati i farmaci - numero di telefono per eventuali contatti.

Altri interventi

TARI, posticipo 1° rata 2020 - La Giunta Comunale, ritenuto urgente e necessario adottare misure al fine di contenere gli effetti delle ripercussioni economiche del territorio, ha stabilito che la rata della TARI prevista per il 30 aprile è stata posticipata al 30 giugno.  Maggiori informazioni.

Inoltre sono state mantenute le tariffe 2019 anche per la TARI 2020. Introdotti sconti ed esenzioni per le attività colpite. Maggiori informazioni.

Banco alimentare -  Le persone che stanno vivendo un periodo di grave difficoltà economica a causa dell’emergenza causata dal Coronavirus hanno la possibilità di contattare l'Ufficio Servizi Sociali e alla Persona.

Modalità di fruizione

UFFICI COMUNALI

Per qualsiasi contatto si può far riferimento al sito www.comunerignano.it oppure telefonare al call center 055.834781. Si richiede l'accesso su appuntamento. Maggiori informazioni.

Fino alla conclusione dell'emergenza, pertanto, vi sollecitiamo a contattare gli uffici comunali tramite e-mail o telefono, e a recarvi in Comune solo per motivi indispensabili, inderogabili ed essenziali.

All'interno del Palazzo Comunale, in attesa del proprio turno, è consentita la presenza contemporanea di massimo due (2) persone.

Informazioni

Videoripresa pubblica di Piazza dei Martiri

Il servizio, assolutamente di carattere temporaneo, risponde all'esigenza di monitorare l'accesso al punto vendita del supermercato sito nel capoluogo nonché di permettere ai cittadini di conoscere in anticipo l'eventuale concentrazione di persone in coda (maggiori info).
Link 1 http://185.37.207.21:8010/ Link 2 http://185.37.207.21:8011/

Certificato che attesta la fine del periodo di isolamento

Gli interessati potranno inviare una email dichiarando le condizioni suddette ed il proprio recapito telefonico in modo da ricevere l’attestazione, rilasciata dalla competente struttura di Igiene Pubblica dell’Ausl Toscana Centro (Maggiori informazioni).

Tamponi

Sistema di prenotazione online di Regione Toscana per l'effettuazione del tampone per il COVID-19 https://prenotatampone.sanita.toscana.it/

 

RACCOLTA FONDI PER OSPEDALE S. MARIA ANNUNZIATA

Come previsto dal Decreto "Cura Italia", il Comune di Rignano sull’Arno ha messo a disposizione il proprio conto corrente nel quale far confluire le donazioni di cittadini e aziende al fine di partecipare alla raccolta di fondi per l’acquisto di tali strumentazioni mediche.
Per partecipare alla raccolta straordinaria è possibile effettuare un bonifico all’IBAN IT83 P030 6938 0310 0010 0046 017  indicando nella causale del versamento la dicitura “Donazione Emergenza Coronavirus”.

Intestatario Comune di Rignano sull’Arno
Banca: Intesa Sanpaolo 
Causale: Donazione Emergenza Coronavirus
IBAN: IT83 P030 6938 0310 0010 0046 017
Per pagamenti dall'estero BIC: BCITITMM

I donatori potranno usufruire degli incentivi fiscali disposti dall’art. 66 del decreto legge 17 marzo 2020, n.18.

Avvertenze

Se sospetti di essere malato, hai avuto contatti stretti con casi confermati di Covid-19 o hai soggiornato in zone a rischio epidemiologico negli ultimi 14 giorni, non recarti al Pronto Soccorso, ma contatta:

  •     il tuo medico o pediatra di famiglia
  •     il numero unico USL Toscana Centro 055 5454777 attivo dalle 8 alle 20
  •     il numero verde 800 556060 (opzione 1) attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 per informazioni generali

Isolamento e quarantena

Per rientrare in comunità è previsto:

  •     per i casi positivi asintomatici, un periodo di isolamento di almeno 10 giorni e successivamente un test negativo (10 giorni + test)
  •     per i casi positivi sintomatici, un periodo di isolamento di almeno 10 giorni con un test negativo eseguito dopo almeno 3 giorni senza sintomi (10 giorni, di cui almeno 3 giorni senza sintomi + test)
  •     per i casi positivi a lungo termine, cioè che, pur non presentando più sintomi da almeno una settimana, continuano a risultare positivi, che possano interrompere l’isolamento dopo 21 giorni dalla comparsa dei sintomi
  •     per i contatti stretti asintomatici, un periodo di quarantena di 14 giorni dall’ultima esposizione al caso oppure di 10 giorni dall’ultima esposizione con un test negativo effettuato il decimo giorno

Raccolta rifiuti utenti positivi in quarantena con sacchi rossi ed esposizione stradale

I cittadini positivi devono sospendere la differenziazione dei rifiuti, ed, a seguito di contatto da parte del Comune ad Alia, avranno l’attivazione del servizio dedicato: riceveranno fornitura di un kit, comprensivo di sacchi rossi e materiale per la chiusura quale nastro adesivo o fascette, da utilizzare per esporre i rifiuti prodotti (superando, quindi, il bidoncino nero in precedenza utilizzato) su pubblica via, seguendo un calendario, in cui viene garantito il servizio di ritiro 2 volte a settimana, preferibilmente in orario notturno. Il servizio, che avrà durata per almeno 21 giorni e potrà all’occorrenza essere prorogato o interrotto. Il confezionamento dei rifiuti dovrà avvenire, in coerenza con quanto raccomandato dall’ISS utilizzando almeno 2 sacchi neri, uno dentro l’altro, e successivamente inserirli in uno dei sacchi rossi consegnati da Alia Servizi Ambientali SpA.

Note: SOLO la prima esposizione di sacchi rossi dovrà avvenire almeno 48 ore dopo il recapito del kit, per darci modo di organizzare correttamente il ritiro (a Rignano sull'Arno è previsto il martedì e il venerdì)
. esporre i sacchi rossi alle ore 22.00 del giorno di raccolta
. esporre SOLO i sacchi rossi, opportunamente chiusi come indicato nel promemoria consegnato

I dettagli nei due file PDF disponibili tra gli allegati di questa pagina.

Normativa di riferimento

Riferimenti e contatti

Ufficio
Centro Operativo Comunale
E-mail
coc@comunerignano.it

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *