Descrizione

Si ricorda che ai sensi dell’Art. 1 della tariffa (All. A) del DPR 26/10/1972 N.642 i CERTIFICATI ANAGRAFICI sono SOGGETTI ALL'IMPOSTA DI BOLLO FIN DALL’ORIGINE; pertanto il Funzionario che li emette deve redigerli su carta bollata.

Restano salve le esenzioni per lo specifico uso al quale tali certificati sono destinati.

Modalità di richiesta

Si ricorda che i certificati sono rilasciabili unicamente se richiesti da soggetti diversi da: Pubbliche Amministrazioni, Gestori di pubblici servizi o se richiesti per documenti da presentare all'estero. Quindi, se il certificato deve essere presentato ad una Pubblica Amministrazione o ad un gestore di pubblico servizio si deve utilizzare l'autocertificazione.

Oltre alle richieste da sportello effettuate dagli interessati, le richieste di certificati potranno essere effettuate unicamente con documento firmato digitalmente e recapitate attraverso la Posta Elettronica Certificata o interoperabilità. In ogni caso dovrà essere individuabile il richiedente ed indicato il motivo della richiesta.

Si ricorda infatti dal 1° gennaio 2012, con l'entrata in vigore dell'art. 15 della legge 183/2011, nei rapporti con gli organi della Pubblica Amministrazione e con i Gestori di Pubblici Servizi, i certificati sono sempre sostituiti dalla dichiarazione sostitutiva di certificazione. Si invita ad utilizzare il modulo "Dichiarazione sostitutiva di  certificazione" reperibile nella sezione “allegati”.

Requisiti del richiedente

Tutti i cittadini che dovranno attestare la propria condizione anagrafica (nascita, stato di famiglia, cittadinanza etc.) dovranno avvalersi dell'autocertificazione e tutte le amministrazioni pubbliche (stato, regioni, enti locali, enti gestori di servizi) saranno obbligate ad accettarle, salvo poi disporre delle facoltà di verifica previste dalla legge.

Documentazione da presentare

Il certificato può essere consegnato anche ad altra persona, diversa dall’intestatario del certificato, solo se questa stessa si presenta con delega firmata accompagnata da copia del documento d'identità. Il delegante dovrà indicare il motivo per cui viene richiesto il certificato e l'eventuale norma che giustifica il rilascio dello stesso in carta libera.

Costi

ESENZIONE dall'IMPOSTA DI BOLLO

I certificati anagrafici possono essere rilasciati in ESENZIONE dall'IMPOSTA DI BOLLO (comunemente chiamati in “carta semplice") solo per gli USI ESPRESSAMENTE PREVISTI dalla legge (tabella allegato B del DPR 642/1972), nonché dalle specifiche leggi speciali.

L'ESENZIONE da BOLLO è specificata, MAI generica. Pertanto i cittadini nel richiedere qualsiasi certificato anagrafico, se ritengono di aver diritto all`esenzione, devono obbligatoriamente indicare l’uso e la norma di legge che la prevede, uso e norma che dovranno essere riportate dal Funzionario sul certificato.

Nella sezione “allegati” si trova il modulo per la richiesta in esenzione da bollo che dovrà essere compilata in tutte le sue parti e consegnata al Funzionario di Anagrafe al momento della richiesta del certificato.

Si ricorda che l'acquisizione di tale notizia, poiché è conseguente all’adempimento di un obbligo di legge, quello fiscale, rientra fra i fini istituzionali e pertanto NON costituisce violazione della privacy.

RESPONSABILITA' PER OMESSO PAGAMENTO DELL’IMPOSTA DI BOLLO
Ai sensi dell'art. 25 comma 1 del DPR 642/1972 chi non corrisponde, in tutto o in parte, l'imposta di bollo dovuta sin dall'origine è soggetto, oltre al pagamento del tributo, ad una sanzione amministrativa dal cento al cinquecento per cento dell'imposta.

Informazioni

L'autocertificazione diventa a tutti gli effetti un obbligo e non una mera facoltà discrezionale.

Le certificazioni rilasciate dagli uffici anagrafici comunali potranno ancora essere richieste nell'ambito dei rapporti con soggetti privati (banche, imprese, assicurazioni, società sportive, etc.) ma anche in questi casi sarà possibile far valere l'autocertificazione, previo consenso del soggetto privato richiedente.

Riferimenti e contatti

Ufficio
Ufficio Anagrafe
Indirizzo
Piazza della Repubblica, 1 - Rignano sull'Arno
Tel
055/8347868
E-mail
Pec: comune.rignano@postecert.toscana.it
Orario di apertura
Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 8:30 alle ore 12:30 Martedì e Giovedì dalle ore 8:00 alle ore 12:30; dalle ore 16:00 alle ore 18:00

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *