Descrizione

Il Bonus Sociale è uno sconto sulla bolletta di acqua, gas ed elettricitù, introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità con la collaborazione dei Comuni, per assicurare un risparmio sulla spesa alle famiglie in condizione di disagio economico e fisico e alle famiglie numerose.

A questo si aggiunge il Bonus Idrico Integrativo secondo le linee guida dell'Autorità Idrica Toscana.

Modalità di richiesta

AGGIORNAMENTO GENNAIO 2021

Come stabilito dal Decreto Legge 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modificazioni dalla Legge 19 dicembre 2019, n. 157, a partire dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto.

Pertanto, dal 1° gennaio 2021, i cittadini non dovranno più presentare domanda per ottenere i bonus per disagio economico relativamente alla fornitura di energia elettrica, di gas naturale e per la fornitura idrica presso i Comuni o i CAF i quali non dovranno accettare più domande.

Eventuali domande presentate dal 1° gennaio 2021 in poi presso Comuni e/o CAF non potranno essere accettate e non saranno in ogni caso valide per avere accesso all’agevolazione.

Ai cittadini/nuclei familiari aventi diritto verranno erogati automaticamente (senza necessità di presentare domanda) le seguenti tipologie di bonus:

  •   il bonus elettrico per disagio economico
  •   il bonus gas
  •   il bonus idrico

Non verrà invece erogato automaticamente il bonus per disagio fisico il quale continuerà ad essere gestito da Comuni e/o CAF.

Per ottenere i bonus per disagio economico, pertanto, sarà sufficiente richiedere l’attestazione ISEE. Se il nucleo familiare rientrerà nelle condizioni che danno diritto al bonus, l'INPS, in conformità a quanto previsto dalla normativa sulla privacy, invierà i dati necessari al Sistema Informativo Integrato (SII) gestito dalla società Acquirente Unico, che provvederà ad incrociare i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità, gas e acqua consentendo l’erogazione automatica del bonus agli aventi diritto.

Per l’accesso al bonus per disagio fisico nulla cambia dal 1° gennaio 2021: i soggetti che si trovano in gravi condizioni di salute e che utilizzano apparecchiature elettromedicali dovranno continuare a fare richiesta presso i Comuni e/o i CAF delegati.

Si precisa che i bonus in corso di erogazione al 31 dicembre 2020 continueranno ad essere erogati con le modalità oggi in vigore.

http://www.bonusenergia.anci.it/archivio-notizie/bonus-sociale-cosa-cambia-dal-2021

Requisiti del richiedente

BONUS ELETTRICO
Per accedere al Bonus elettrico, secondo la normativa vigente, occorrono i seguenti requisiti: disagio economico: essere titolari di fornitura per uso domestico residente, con potenza impegnata fino a 3 kW; indicatore ISEE uguale o inferiore a 8.107,50 euro; per le famiglie con 4 o più figli a carico l'indicatore ISEE deve essere uguale o inferiore a 20.000,00 euro; disagio fisico: un componente del nucleo familiare in gravi condizioni di salute tali da richiedere l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali per la sopravvivenza, attestato da certificazione della ASL di competenza (vedi modello allegato). La concessione del bonus per disago fisico è svincolata dall'indicatore ISEE. Le agevolazioni per il disagio economico e per il disagio fisico sono cumulabili. Il bonus per disagio fisico non deve essere rinnovato.

BONUS GAS
Per accedere al bonus gas, secondo la normativa vigente, occorrono i seguenti requisiti: essere titolari di fornitura per uso domestico residente singola e/o condominiale; indicatore ISEE uguale o inferiore a 8.107,50 euro; per le famiglie con 4 o più figli a carico l'indicatore ISEE deve essere uguale o inferiore a 20.000,00 euro.

BONUS ACQUA
Per accedere al bonus acqua, secondo la normativa vigente, occorrono i seguenti requisiti:

  • essere residente nel Comune di Rignano Sull’Arno;
  • titolarità di fornitura domestica residente individuale o utenze aggregate;
  • essere possesso di un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE Ordinario), in corso di validità, del nucleo familiare, calcolato ai sensi del DPCM 159/2013 e ss.mm.ii. non  superiore ad € 13.000,00 o non superiore ad € 15.700,00 purché in presenza di particolari condizioni (vedi bando integrale) oppure non superiore ad € 20.000,00 per nuclei familiari con 4 o più figli a carico

Normativa di riferimento

Il Bonus Sociale Idrico (o Bonus Acqua) è l'agevolazione finalizzata a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto delle famiglie in condizioni di disagio economico e sociale. Introdotto dall’articolo 3, comma 1, del d.P.C.M. 13 ottobre 2016, in attuazione dell'articolo 60 della Legge 28 dicembre 2015 n. 221 (c.d. Collegato Ambientale), il bonus consente agli utenti domestici di non pagare il quantitativo ritenuto vitale per il soddisfacimento dei bisogni essenziali. Tale quantitativo minimo è fissato in 50 litri al giorno per singola persona (corrispondenti a 18,25 mc/abitante/anno).
Il Bonus Sociale Idrico Integrativo segue la Deliberazione dell'Autorità ldrica Toscana (AIT) n. 12 del 27/04/2018 con la quale viene approvato il nuovo regolamento regionale AIT per l'attuazione del bonus sociale idrico
integrativo rispetto al bonus sociale idrico nazionale istituito con delibera dell'autorità di regolazione per energia reti e ambienti (ARERA) N. 897/2017 così come modificato con delibera ARERA n. 227/2018, che abroga il precedente regolamento approvato con deliberazione dell'Autorità ldrica Toscana (AIT) n. 5 del 17/02/2016 e che conferisce ai Comuni piena autonomia nel determinare la misura dell'agevolazione spettante.

Il Bonus Elettrico è l’agevolazione che riduce la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica. Introdotto dal Governo con DM 28/12/2007, il Bonus è stato pensato per garantire un risparmio sulla spesa annua per l’energia elettrica a due tipologie di famiglie: quelle in condizione di disagio economico e quelle presso le quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute mantenuto in vita da apparecchiature domestiche elettromedicali.

Il Bonus Gas è una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose.
Il Bonus è stato introdotto dal Governo e reso operativo dalla delibera ARG/gas 88-09 dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

 

Reclami ricorsi opposizioni

Lo Sportello del Consumatore è a disposizione per accogliere eventuali reclami relativi al rifiuto dell'istanza del Bonus elettrico e gas. 

Il call center risponde al numero verde 800.166.654 tutti i giorni della settimana, dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle ore 18:00.
Il servizio è gratuito da rete fissa e mobile.

Riferimenti e contatti

Ufficio
Ufficio Istruzione e Servizi Scolastici
Referente
Luca Miraglia
Responsabile
Barbara Barchielli
Tel
055 83 47 833
E-mail
l.miraglia@comunerignano.it

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *