Suoni e Colori in Toscana 2021

Dal 28 agosto all’11 settembre 2021 torna uno dei festival più longevi della Toscana. Tra i protagonisti, Tricarico, i Sinfonico Honolulu, Francesco Bottai e Nico Gori e una minimale edizione della Butterfly.

Rignano sull'Arno, 25 agosto 2021 - L’edizione numero XXXII di uno dei Festival più longevi della Toscana, Suoni e Colori in Toscana, è pronta a prendere il via, a partire dal 28 agosto.

Questa edizione, che si svolgerà in diverse location sul comune di Rignano sull’Arno, ripete la formula che lo ha contraddistinto in tutti questi anni, quello di festival itinerante pronto a fondere le location suggestive del territorio con delle proposte artistiche di altissimo valore. La direzione artistica di Fabrizio Checcacci, direttore artistico alla sua sesta edizione, punta nuovamente sulla qualità delle proposte, creando così un cartellone ricco di appuntamenti, con un’attenzione maggiore verso la musica classica ma che spazi anche quest’anno dal jazz alla canzone d’autore, con autentiche sorprese.

Facendo tesoro dell’esperienza dell’edizione 2020, e con la massima attenzione a tutte le normative di prevenzione al contagio da Covid-19, anche per quest’anno l’accoglienza sarà gestita in modo ottimale, pur ampliando il numero delle location ospiti e lavorando sul comune di Rignano sull’Arno e quello di Reggello.

Il programma è composto da sette appuntamenti, dal 28 Agosto all’11 Settembre. Si va dalle proposte del Maggio Musicale (Il trio d’archi del Maggio) alle orchestre giovanili (L’Orchestra Cupiditas, legata alla Scuola di Musica di Fiesole), dal pop mainstream e radiofonico di Tricarico al jazz più sperimentale degli Shock The Monk, dalla canzone d’autore contaminata con il jazz del duo Francesco Bottai/Nico Gori ad una rappresentazione integrale e minimale della Butterfly pucciniana nella villa di Torre a Cona, fino ad arrivare ad un’orchestra composta di soli ukuleli che risponde al nome di Sinfonico Honolulu.

Gli spettacoli si svolgeranno in sette location diverse: ville, castelli, pievi, luoghi suggestivi del territorio. La ricerca di spazi non abitualmente dedicati ad eventi artistici, ha fatto sì che negli anni il pubblico del festival, soprattutto quello non locale, abbia potuto apprezzare alcuni dei luoghi più suggestivi del Valdarno fiorentino, dalla Pieve millenaria di San Leolino a quella di San Pietro in Perticaia, a Villa Pitiana, nel comune di Reggello.

"Trentaduesima edizione per il Festival “Suoni e Colori in Toscana”, un appuntamento che nel corso di questi decenni è diventato una tradizione per tutto il Valdarno e per l’Area metropolitana fiorentina. Appuntamento che ha saputo superare i mesi più difficili della pandemia che ci ha colpito a ogni livello, a testimonianza del valore socialmente propulsivo della cultura in tutte le sue declinazioni", commenta il Sindaco di Rignano sull'Arno, Daniele Lorenzini. "Un traguardo importante che può vantare la rinnovata collaborazione con il Maggio Musicale Fiorentino, un riconoscimento prestigioso per il nostro territorio in un ambito dove l’offerta artistica e musicale è cresciuta nel corso degli anni.
Merito anche dal direttore artistico, M° Fabrizio Checcacci, che ha saputo interpretare e rinnovare lo spirito storico del Festival.
La musica, infatti, è una forma di arte che catalizza e accresce la gioia dell'ospitalità: sia per chi la offre che per chi la riceve. Va dunque il mio plauso agli organizzatori delle varie serate perché riescono a dare un'ulteriore occasione alla promozione e alla conoscenza di alcuni tra i luoghi più belli del nostro territorio".

"Il nostro Comune, come sapete, gode di una collocazione geografica invidiabile a pochi chilometri da mete turistiche conosciute e apprezzate in tutto il mondo, come Firenze e il Chianti", aggiunge l'assessore alla cultura, Sonia Tinuti. "Una terra vocata all’ospitalità e alla bellezza che sa intrecciare i piaceri della cultura con il gusto conviviale di serate dedicate all’incontro tra artisti e pubblico in ambienti dalle strepitose suggestioni. Un modo per celebrare alcune delle bellissime notti rignanesi e ritrovarsi qui, su queste colline, in spazi carichi di antiche tradizioni. Rinnoviamo infine la gratitudine ai proprietari delle strutture che, anche quest’anno, accolgono con entusiasmo le serate dei Festival, contribuendo in maniera essenziale ai suoi successi e senza il cui supporto sarebbe più difficile ottenere questi prestigiosi risultati".

COME ACCEDERE

Le location prescelte per questa edizione  avranno un numero limitato di posti a causa delle restrizioni dovute alle norme di sicurezza anti-Covid.
Si potrà accedere alle serate solo previa prenotazione ai numeri 055 8347833 - 055 8347820 (in orario d’ufficio) o via mail scrivendo a contatti@macchinadelsuono.it o l.miraglia@comunerignano.it

INGRESSO: Intero € 12,00 - Ridotto € 10,00
I biglietti sono in prevendita presso TicketOne e nei punti vendita Box Office Toscana. Il concerto del 29 Agosto è ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.
Info 055 8347833 - 055 8347820

Sito ufficiale

www.suoniecoloriintoscana.it

Ultimo aggiornamento: Mer, 25/08/2021 - 12:13