Consegna delle mascherine sabato 14 e domenica 15 novembre

Inizierà a partire dal prossimo fine settimana la consegna delle mascherine fornite dalla Regione Toscana sull'intero territorio comunale grazie alla sinergia tra Amministrazione e associazioni.

Rignano sull'Arno, 10 novembre 2020 - Il Comune di Rignano sull'Arno informa che, grazie all'impegno delle Associazioni e dei numerosi volontari, la consegna delle mascherine della Regione Toscana avrà luogo sabato 14 e domenica 15 novembre nelle sette sedi individuate sul territorio.

Per la consegna i cittadini - al massimo uno per nucleo familiare - si dovranno recare presso la sede più vicina alla propria residenza (si veda lista) presentando la tessera sanitaria e/o un documento con codice fiscale per ogni componente della famiglia. Altresì dovranno rispettare, in attesa del proprio turno, tutte le disposizioni di sicurezza, ivi compresi il distanziamento fisico di almeno 1,80 metri e indossare correttamente la mascherina per tutto il tempo necessario per le operazioni.

Le sedi individuate, tutte negli spazi esterni, sono:

1. Rignano
Galleria di Piazza XXV Aprile
2. Troghi
Piazza della Resistenza Antifascista
3. San Donato in Collina
SMS San Donato
4. Cellai
Piazza G. Ghiandelli
5. Bombone
Piazzetta Ardengo Soffici
6. Torri
Piazza A. De Gasperi
7. Rosano
Circolo di Rosano

L'orario di consegna previsto è su due fasce per entrambi i giorni: 9:30-12:30 e 14-17

NOVITA': prevista una terza data per sabato 21 novembre.

"Intanto", ricorda il Sindaco Daniele Lorenzini, "a partire da domani 11 novembre entrerà in vigore l'ordinanza del Ministero della Salute con la quale anche la Toscana viene classificata come area arancione. Oltre a ricordare che verranno introdotte limitazioni ulteriori, è opportuno fare una riflessione sulla situazione attuale che riguarda il nostro territorio.
A Rignano, da inizio pandemia ad oggi, i casi notiziati di positivi al Covid-19 sono 116 di cui oltre l'85% registrato in questa seconda ondata. Le misure adottate non saranno mai abbastanza se ognuno di noi non si assume la responsabilità, verso se stesso e soprattutto verso gli altri, di tenere comportamenti consoni alla lotta e alla propagazione del virus", continua il Sindaco che ricorda anche una scelta propria dell'Amministrazione. "Credo che non sia opportuno andare a indicare quotidianamente i positivi nel nostro Comune, in una comunità così ristretta come la nostra il rispetto della privacy è importante e la diffusione dell'età e della residenza non è un valore aggiunto. La cosa fondamentale è continuare a prendersi cura dei casi, non certo diffonderne i dati".
"Da sempre", conclude il Sindaco, "faccio i complimenti alla nostra comunità per il suo senso di solidarietà e spirito di servizio verso il prossimo. Sono convinto che anche stavolta riusciremo a superare coesi queste settimane difficili che ci attendono, ma il nostro apporto dovrà essere fondamentale
".

Ultimo aggiornamento: Lun, 16/11/2020 - 12:58