Elezioni politiche del 25 settembre 2022

Pagina in continuo aggiornamento

Elettori che si trovano temporaneamente all'estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche :

In occasione delle Elezioni politiche indette per domenica 25 settembre 2022, gli elettori italiani, che per motivi di lavoro studio o cure mediche, si trovino temporaneamente all’estero, per un periodo minimo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento delle elezioni politiche, nonché i familiari con loro conviventi (che si trovino all'estero per un periodo temporaneo non definito), potranno esercitare il diritto di voto per corrispondenza (art. 4-bis, c. 1, L. 459 del 27/12/2001), ricevendo il plico elettorale contenente la scheda per il voto all’indirizzo di temporanea dimora all’estero.

Per esercitare il proprio diritto di voto per corrispondenza, tali elettori, iscritti nelle liste elettorali del Comune di Rignano sull'Arno, dovranno far pervenire all'Ufficio Elettorale del Comune di Rignano sull'Arno l'opzione di voto per corrispondenza entro mercoledì 24 agosto 2022 redatta preferibilmente utilizzando l'APPOSITO MODULO (allegato in alto a destra) in carta libera.

La dichiarazione di opzione voto, obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido, deve contenere l’indirizzo postale estero completo cui andrà inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (ovvero che ci si trova, per motivi di lavoro, studio o cure mediche, per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle consultazioni in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti, oppure che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni).
La dichiarazione deve essere inviata all'Ufficio Elettorale del Comune di Rignano sull'Arno con una delle seguenti modalità:
Pec: comune.rignano@postacert.toscana.it
e-mail: elettorale@comunerignano.it
Si ricorda che il termine del 24 agosto 2022 è tassativo e non derogabile: oltre tale data le opzioni non potranno essere accolte (l'opzione è valida solo per la consultazione elettorale del 25 settembre 2022). Entro lo stesso termine è possibile la revoca della medesima opzione.

***

Modalità di nomina per la prossime consultazioni elettorali del 25 settembre: elezioni politiche

In vista delle prossime consultazioni elettorali del 25 settembre (elezioni politiche) per la nomina degli scrutatori necessari sarà data la priorità agli elettori del Comune di Rignano sull'Arno che, già iscritti all'Albo unico degli scrutatori, manifestino la loro disponibilità per le consultazioni in oggetto.

In caso di disponibilità in esubero verranno prioritariamente nominati coloro che avranno dichiarato di essere disoccupati e regolarmente iscritti nelle liste di collocamento del Centro per l'Impiego e, secondariamente, si seguirà l'ordine della presentazione delle manifestazioni di disponibilità.
I nominativi in esubero entreranno di diritto nell'elenco dei supplenti.

Chi fosse interessato a manifestare la propria disponibilità potrà farlo utilizzando il modulo allegato (in alto a destra).

Il modulo, compilato, sottoscritto e corredato da copia di un documento di identità, dovrà essere inoltrato all'ufficio elettorale utilizzando UNA SOLA delle seguenti modalità:
- inviato email (elettorale@comunerignano.it)
- consegnato direttamente allo sportello dell'Ufficio elettorale del Comune di Rignano sull'Arno presso l' URP.

Le manifestazioni di disponibilità dovranno pervenire TASSATIVAMENTE all'Ufficio elettorale entro MARTEDI' 16 AGOSTO 2022 COMPRESO.

***

Elezioni Politiche 2022: entro il 31 luglio l’opzione di voto in Italia per i residenti all’estero

Gli elettori residenti all’estero, che intendono votare in Italia in occasione delle elezioni politiche del 25 settembre prossimo, devono presentare specifica comunicazione al Consolato di appartenenza entro il 31 luglio (decimo giorno successivo al decreto di indizione delle votazioni – legge n. 459/2001 e dpr n. 104/2003).

Di norma i cittadini italiani residenti all’estero votano per corrispondenza, eleggendo i propri rappresentanti alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica fra i candidati della circoscrizione Estero, che comprende quattro ripartizioni (1 – Europa, 2 – America meridionale, 3 – America settentrionale e centrale, 4 – Africa, Asia, Oceania e Antartide).
Nella comunicazione di opzione di voto in Italia devono essere indicati i propri dati anagrafici (nome, cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza), il comune italiano d’iscrizione Aire (Anagrafe degli italiani residenti all’estero) e la consultazione per la quale si intende esercitare l’opzione. La comunicazione, datata e firmata, unitamente alla fotocopia di un valido documento di identità dell’elettore può essere consegnata direttamente al proprio Consolato anche da persona diversa dall’interessato oppure inviata per posta ordinaria, telefax, posta elettronica anche non certificata.
L’opzione è valida solo per una consultazione elettorale.

Il Ministero degli Affari Esteri raccomanda agli elettori interessati di verificare che la comunicazione di opzione spedita per posta sia stata ricevuta in tempo utile dal proprio Ufficio consolare.

Per chi sceglie di rientrare in Italia per votare non sono previsti rimborsi delle spese di viaggio ma solo agevolazioni tariffarie all’interno del territorio italiano. Il rimborso del 75% del costo del biglietto di viaggio, in classe economica, è riservato solo agli elettori che risiedono in Paesi esteri dove non è prevista la possibilità di votare per corrispondenza (art. 20, comma 2, legge n. 459/2001).

Per la consultazione in essere le domande saranno accolte fino al trentaduesimo giorno antecedente la consultazione e cioè mercoledì 24 AGOSTO (legge 6 maggio 2015 n. 52 art.2 c 37 che inserisce art 4 bis nella L. 459/2001, Circ. MIN 40/2016).