La pressione sanzionatoria a Rignano sull'Arno

Il Sindaco illustra i dati delle sanzioni nel territorio comunale: 5€ a cittadino, 25 volte più bassi che a Firenze

Daniele Lorenzini, Sindaco di Rignano sull'Arno, conferma la volontà dell'Amministrazione comunale di lavorare per la sicurezza stradale: "I dati della pressione sanzionatoria della nostra attività di controllo sul territorio mostrano chiaramente questa volontà: gli autovelox autorizzati dalla Prefettura di Firenze rientrano in questa logica."

I dati delle sanzioni accertate per violazione alle norme del codice della strada nel 2017, messi in relazione a quelli dell'anno precedente, infatti sono i seguenti a Rignano sull'Arno:
- Sanzioni totali 2017: 1.656, di cui 38 accertate con autovelox per violazioni dei limiti di velocità.
- Sanzioni totali 2016: 1.864, di cui 65 accertate con autovelox per violazioni dei limiti di velocità.
Nel 2017 pertanto le sanzioni totali sono diminuite dell'11,16% rispetto all'anno precedente e quelle accertate con autovelox sono invece diminuite del 41,54% .
Il tutto all'interno di un contesto che esprime numeri assoluti di ridotta entità. Oltre che "ad occhio" questa bassa pressione sanzionatoria la si può capire meglio se riferita ad altri esempi che hanno numeri ben diversi.

Due per tutti Pontassieve e Firenze. A Pontassieve si sono registrati i seguenti dati:
Sanzioni totali 2017: 12.441, di cui 1.618 accertate con autovelox per violazioni dei limiti di velocità.
Sanzioni totali 2016: 11.065, di cui 1.652 accertate con autovelox per violazioni dei limiti di velocità.
Nel 2017 a Pontassieve, contrariamente a quello che è accaduto a Rignano, le sanzioni totali sono invece aumentate (+ 12,44%) rispetto all'anno precedente e quelle accertate con autovelox sono invece lievemente diminuite (- 2,1%).

Firenze invece è risultata nel 2017 la città italiana in cui si sono fatte più multe in rapporto agli abitanti, a seguire si sono classificate Bologna e Milano.
Firenze ha registrato nel 2017 un rapporto multe/abitanti pari a 128,30 € per abitante.
Questo schema, spesso abusato, è solo matematico e non può chiaramente rappresentare l'effettivo peso delle sanzioni in quanto le stesse vengono irrogate non a tutti, ma anche ai non residenti, agli utenti di passaggio e a soggetti che ne collezionano in quantità anche anomale e molto fuori della media, andrebbe invece riportato anche ad altri fattori, quali ad esempio il livello dei flussi di traffico e il numero dei veicoli controllati.  "Ma visto che giornalisticamente viene usato ed abusato allo stesso modo come viene usato ed abusato il termine "fare cassa" rivolto ai Comuni italiani (di ogni colore politico come si evince dalla graduatotria delle città più "severe"), si può accettare il gioco e creare una nostra classifica con gli stessi presupposti", conclude il Sindaco.

Ed ecco cosa viene fuori:
Firenze : incasso totale 47,28 milioni di €, 129,30 € di multe per ogni abitante nel 2017, pari ad un aumento del 32,3% rispetto al 2016.
Pontassieve : incasso totale 448.662,00 €, 21,74 € di multe per ogni abitante nel 2017, più o meno come nel 2016.
Rignano sull'Arno: incasso totale 44.290,00 €, 5,06 € di multe per ogni abitante nel 2017, più o meno come nel 2016.

"Da qui penso si possa pesare l'effettivo grado di pressione (il livello del "fare cassa") del Comune di Rignano", scherza Daniele Lorenzini confermando i dati che premiamo tanto la bontà alla guida dei cittadini nel territorio di Rignano quanto la volontà di garantire sempre la sicurezza al più alto livello possibile al suo interno.

Ultimo aggiornamento: Ven, 15/06/2018 - 17:42